giovedì 14 agosto 2014

Recensione: TUTTA COLPA DEL MARE di Chiara Parenti

Cosa fate di bello miei cari bloggalettori in questa vigilia ferragostana?
State progettando grigliate e picnic con tanto di mappa e previsioni meteo minuto per minuto? In effetti in questa strana estate ci sono poche alternative, ma per me questa è un'estate speciale ^_^ sono in attesa di una bimba che nascerà a novembre. Si, insomma non piango se piove e c'è un bel freschino al posto dell'afa opprimente ;)
Ma veniamo alla recensione di oggi. Una recensione che torna dopo un bel po' di tempo grazie a Chiara Parenti che ha scelto il mio blog come tappa del suo blogtour con Tutta Colpa del Mare (e anche un po' di un mojito) di cui trovate tutte le info qui. In palio c'è un bellissimo braccialetto e avete tempo fino alla fine del mese per partecipare, ma sopratutto è un giveaway davvero divertente quindi vi consiglio di andare a sbirciare il regolamento.


Scheda del Libro:

Titolo: Tutta Colpa del Mare
Autore: Chiara Parenti
Editore: Rizzoli
Collana: YouFeel
Prezzo: 2,49
Versione ebook acquistabile sugli store online


Trama:

"La vita di Maia Marini procede a vele spiegate verso la felicità: un fidanzato appartenente a una prestigiosa famiglia, un lavoro presso una delle più rinomate agenzie di comunicazione di Milano, tre amiche splendide con cui trascorrere il weekend per festeggiare l’addio al nubilato di Diana, la futura cognata! Peccato che la meta prescelta sia la Versilia, dove Maia ha passato le vacanze fino all’estate dei 16 anni. Ritornare nei luoghi in cui ha lasciato il cuore e rivedere Marco, il primo amore, la manda in tilt. Così decide che qualche mojito non potrà farle male… e anzi l’aiuterà. Il mattino dopo, però, Maia non ricorda niente. Non ha idea di cosa abbia combinato durante quel folle venerdì notte. In compenso, però, lo sanno i suoi 768 amici di Facebook. Cercando di ricucire una situazione compromettente e compromessa in ogni settore della sua vita, Maia si troverà a porsi una domanda fondamentale: e se invece che la fine di tutto, fosse solo un nuovo inizio? Perché se è vero che l'alcol fa fare pazzie, è altrettanto vero che a volte aiuta a fare la cosa giusta! "
Chi è Chiara Parenti?


Chiara Parenti è laureata in Filosofia, è giornalista pubblicista e lavora nell’ambito dell’editoria e della comunicazione. Appassionata di scrittura creativa, è autrice di un manuale di scrittura e coautrice di diversi saggi. Il suo blog personale "Il giardino d’estate" è online all’indirizzo chiaraparenti.blogspot.it.








Il mio pensiero:

Non conoscevo la collana YouFeel di Rizzoli e questo è l'unico che ho letto, il genere ironico e romance in generale mi piace anche se ammetto di essere una lettrice onnivora e umorale. Ovvero leggo di tutto basta che sia il libro giusto nel momento giusto, ma si sà, le donne in dolce attesa hanno frequenti sbalzi ;)
Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito) è una storia divertente in cui i due personaggi principali Maia e Marco sono ben delineati e emergono con forza, la trama riprende molti dei clichè del genere ma non scade nel banale grazie allo stile dell'autrice che è ironico e pungente.
Il rischio c'era, quello di ritrovarmi a leggere una brutta copia italianizzata di Kinsella, ma potete stare tranquille (chissà perchè penso sempre a lettrici donne) non è questo il caso.
Più che un romanzo direi che è una novella però, la brevità lo penalizza perchè contrae molto il tempo della narrazione, si parla di pochi giorni in cui si svolge tutto, e così i personaggi secondari, che sono tanti, restano nell'ombra, risultano un contorno funzionale all'azione dei protagonisti ma non emergono. E' un peccato perchè alcuni sono molto divertenti e avrei voluto sapere di più sul loro conto.
L'incipit non lascia molto scampo, il lettore si trova in una "macchinata" detto alla toscana (e qui ci stà) di donne dirette in Versilia per un addio al nubilato. E la curiosità scatta subito ;) L'unico appunto che mi sento di fare riguardo all'incipit è la sua densità. Le amiche vengono presentate tutte insieme nel giro di due pagine e sono un sacco d'informazioni da digerire contemporaneamente quando il lettore ancora deve familiarizzare con la protagonista e il suo punto di vista, avrei preferito gustarmelo di più, avrei preferito che fosse più diluito. Sarebbe bastato iniziare con Maia e Diana in macchina per poi passare a prendere le altre. Mi è piaciuta molto invece l'alternanza tra passato e presente, la storia fra Maia e Marco viene narrata un po' per volta e questo permette al lettore d'identificarsi in Maia e nel dipanare dei suoi ricordi che così riaffiorano piano, piano. E' questa la parte che più mi ha emozionato, l'irrazionale profondità del primo amore.
E' una lettura perfetta per un weekend al mare perchè è leggera, divertente, emozionante, la giusta compagnia sotto l'ombrellone. E tra i rumori della spiaggia e quelli delle onde anche il vostro primo amore tornerà nei vostri pensieri, spero solo che il vostro presente vi piaccia più del passato o sarete costrette a fare una scelta, come succede a Maia! ^_^
E' una lettura che mi sento di consigliare agli amanti del genere.


P.S. Di solito non dò i mezzi punti ma in questo caso il mio voto è un 3,5 su 5.